ITINERARIO DIOCESANO PER LA FORMAZIONE DI BASE DEI CATECHISTI

Ordinamento

1/ L’itinerario riguarda i nuovi catechisti, a loro è proposto e va di pari passo con la chiamata di nuovi catechisti al ministero. Questi siano scelti tra persone aperte ad un serio cammino di fede, accoglienti e disponibili e capaci di comunicare. Si abbia cura che siano preferibilmente giovani-adulti, giovani coppie e giovani consacrate.

2/ Per questo motivo, è un itinerario di base, mentre i catechisti già in servizio avranno bisogno di formazione permanente diversa da quella qui proposta.

3/ Potranno iscriversi all’itinerario soltanto coloro che saranno presentati dal parroco o dal responsabile della comunità di riferimento (ad es. una cappellania), in vista del ministero.

4/ L’itinerario è articolato in due anni:
– il primo anno propone gli elementi essenziali della formazione, insieme ai primi elementi di metodologia pratica; il secondo anno sviluppa, per accrescimento e approfondimento, gli elementi offerti nel primo e arricchisce la metodologia con esercitazioni e laboratori.

5/ L’itinerario potrà essere proposto, in via sperimentale, secondo tre modalità:
1. in prefetture vicine per ognuno dei settori pastorali, curando che le sedi dell’itinerario siano facilmente raggiungibili. L’itinerario è sviluppato in 15 incontri per la durata di due ore ciascuno. L’orario degli incontri varierà a seconda delle esigenze dei partecipanti;
2. in forma residenziale, in una località vicino Roma, dal venerdì sera fino alla domenica sera. Sarà proposto in due parti: la prima parte nella prima settimana di giugno; la seconda nella seconda settimana di settembre;
3. in forma residenziale in un unico stage di 5 giorni alla fine di luglio, e sarà offerto particolarmente ai giovani, studenti e lavoratori, dai 18 ai 30 anni, più disponibili nel periodo di ferie.

6/ Nella scelta dei relatori ed animatori dell’itinerario saranno privilegiate, oltre alle competenze specifiche, la sapienza e l’esperienza dei parroci e dei vice-parroci del territorio disponibili a questo servizio. Il Vicariato offrirà un elenco di collaboratori disponibili. .

7/ L’itinerario avrà come riferimenti la Sacra Scrittura e i documenti specifici pubblicati dopo il Concilio: il Documento di base, il Catechismo della Chiesa Cattolica, il Catechismo degli adulti CEI La verità vi farà liberi .

8/ Nel corso del primo anno sono previsti almeno tre laboratori metodologici e un corso di esercizi spirituali per la interiorizzazione dei contenuti ricevuti e per insegnare la pratica della lectio divina.

9/ L’itinerario si concluderà con un colloquio per stimolare lo studio personale del materiale dato. Nel corso dell’itinerario il futuro catechista, nella sua comunità, a giudizio del parroco, potrà affiancare un catechista in servizio per apprendere l’arte del ministero.

10/ Responsabile dell’itinerario sarà una persona (chierico, consacrato o laico) scelta, d’intesa con i Prefetti interessati, dal Vescovo di Settore, che – con l’aiuto dell’Ufficio Catechistico del Vicariato – provvederà all’organizzazione dell’itinerario, alla scelta dei relatori e alle altre incombenze. Al responsabile spetta accompagnare i partecipanti, seguire lo svolgimento degli itinerari, provvedere ai sussidi e ai materiali necessari. Egli riferirà periodicamente al Vescovo di Settore.

11/ Presso l’Ufficio Catechistico del Vicariato sarà costituita una équipe di collaboratori ed esperti, che monitoreranno l’itinerario e ne valuteranno la graduale validità formativa, apportandone i necessari adattamenti e integrazioni.

12/ Una volta approvato il presente progetto dal Consiglio dei Prefetti, l’Ufficio Catechistico del Vicariato predisporrà il programma sperimentale degli incontri, dei laboratori, incontrerà i responsabili degli itinerari attivati per una messa a punto della prima sperimentazione. Alla fine del primo anno è prevista una riunione di verifica in Vicariato dell’esperienza fatta.

13/ Si auspica che l’itinerario possa avere inizio nell’anno pastorale 2014/2015, utilizzando i mesi a venire per precisare la proposta, organizzarla in dettaglio e sensibilizzare i partecipanti.

Programma

I anno: Il catechista: chi è e cosa annuncia.

1/ «Si sentirono trafiggere il cuore». Il catechista come evangelizzatore, inviato non a presupporre la fede, bensì a proporla nel contesto culturale odierno. La Chiesa chiamata ad “uscire” nell’Esort. Apost. Evangelii gaudium. Il cuore dell’annunzio cristiano: solo nel “mistero” di Cristo si svelano insieme il “mistero” di Dio ed il “mistero” dell’uomo.
1 incontro

2/ Lo “stile” del catechista: il catechista è testimone di gioia, “compagno” nel cammino (l’amore e l’accoglienza del catechista) e “maestro” (il Logos della fede), perché la fede è amorevole e ragionevole.
1 incontro

3/ Le dimensioni della catechesi ed i suoi contenuti più affascinanti: una fede professata, celebrata, vissuta, pregata (le 4 colonne del catecumenato antico, del CCC e della Lumen fidei di Papa Francesco). Introduzione al Credo, ai Sacramenti, ai Comandamenti, al Padre nostro
4 incontri

4/ Il grande cambiamento operato dal Concilio: la prospettiva personalistica nella presentazione della rivelazione, della liturgia, della vita in Cristo e della preghiera cristiana. In particolare le prime sezioni delle 4 parti del CCC e i primi capitoli del CdA che ripresentano in catechesi il Concilio.
2 incontri

5/ Una presentazione della storia della salvezza narrata dalla Bibbia e condensata nel Credo: la fede è semplice.
4 incontri

6/ Laboratori metodologici sui diversi ambiti della catechesi
Questi laboratori vedranno i catechisti suddivisi negli ambiti propri ad ognuno:
– Catechisti delle famiglie del Battesimo e degli anni successivi
– Catechisti dell’Eucarestia
– Catechisti della Confermazione
– Catechisti del catecumenato per gli adulti
– Catechisti per il matrimonio e la famiglia
– Catechisti degli adulti e dei gruppi del Vangelo
– Catechisti dei giovani e della Confermazione per giovani/adulti (questo laboratorio sarà organizzato in collaborazione con i rispettivo uffici)
– Formatori degli animatori della carità (questo laboratorio sarà organizzato in collaborazione con i rispettivi uffici)
– Formatori degli animatori della liturgia (questo laboratorio sarà organizzato in collaborazione con i rispettivi uffici)
– Formatori degli animatori della cultura, ecc. (questo laboratorio sarà organizzato in collaborazione con i rispettivi uffici)
3 incontri di Laboratorio

7/ Un corso di esercizi spirituali, dal venerdì pomeriggio alla domenica.

Totale: 15 incontri di 2 ore l’uno, più il ritiro

N.B. Sarà proposto a livello diocesano un Laboratorio per la catechesi e la disabilità.

II anno
I contenuti della catechesi e la loro trasmissione
(da proporre dopo un’attenta verifica del primo anno)

1/ Una visione ecclesiologica: il catechista è una persona ecclesiale, testimone del “noi” della fede. La Chiesa è madre
2 incontri

2/ Per un approfondimento degli elementi più importanti della fede confessata: Creazione, Peccato originale, Incarnazione, Salvezza in Cristo, Vita eterna
3 incontri

3/ Per un approfondimento degli elementi più importanti della fede celebrata. La centralità dell’eucarestia. Il Battesimo porta della fede e la sua Confermazione. Il Sacramento del Perdono.- Unzione dei malati
2 incontri

4/ Per un approfondimento degli elementi più importanti della fede vissuta. La grazia ed il peccato. La legge, la coscienza, la libertà e la carità. Matrimonio e politica . Sofferenza, malattia e morte
3 incontri

5/ Per un approfondimento degli elementi più importanti della fede pregata. Le 7 richieste del Padre nostro e la preghiera cristiana.
2 incontri

6/ Laboratori metodologici sui diversi ambiti della catechesi
Questi laboratori vedranno i catechisti suddivisi negli ambiti propri ad ognuno:
– Catechisti delle famiglie del Battesimo e degli anni successivi
– Catechisti dell’Eucarestia
– Catechisti della Confermazione
– Catechisti del catecumenato per gli adulti
– Catechisti per il matrimonio e la famiglia
– Catechisti degli adulti e dei gruppi del vangelo
– Catechisti dei giovani e della Confermazione per giovani/adulti (questo laboratorio sarà organizzato in collaborazione con i rispettivo uffici)
– Formatori degli animatori della carità (questo laboratorio sarà organizzato in collaborazione con i rispettivi uffici)
– Formatori degli animatori della liturgia (questo laboratorio sarà organizzato in collaborazione con i rispettivi uffici)
– Formatori degli animatori della cultura, ecc. (questo laboratorio sarà organizzato in collaborazione con i rispettivi uffici)
3 incontri di Laboratorio

7/ Un corso di esercizi spirituali, dal venerdì pomeriggio alla domenica.

Totale: 15 incontri di 2 ore l’uno, più il ritiro

Approvato dal Consiglio dei Prefetti, 13 gennaio 2014