Disposizioni pastorali per il catecumenato nella Diocesi di Roma

 

E se viene un adulto che chiede il battesimo: che fare?

 

1. Dopo una serena e cordiale accoglienza e un dialogo che dia modo di conoscere oltre i motivi della sua scelta, anche il suo mondo di provenienza (anche in più incontri), …

2. … si prenda contatto con il Servizio Diocesano per il Catecumenato per iniziare il periodo di preparazione e si presenti al Vescovo il richiedente.

3. Il parroco, d’intesa con il Servizio Diocesano per il Catecumenato, sceglie un diacono permanente o una coppia di catechisti -preparati per accompagnare i catecumeni *-  a cui affidarlo perché lo inizino alla vita cristiana curando la preghiera personale e comunitaria, l’assimilazione dei contenuti della fede e l’impegno nel servizio della carità.

4. Nel frattempo si comunicheranno tutti i dati ** al Servizio Diocesano per il Catecumenato perché il catecumeno sia iscritto nell’elenco diocesano dei catecumeni.

5. Il Catecumenato durerà non meno di due anni e sarà scandito da colloqui periodici con il parroco e l’incaricato del Vescovo, che accerteranno il progredire di questo cammino.

Tenuto conto della diversa provenienza dei catecumeni (persone la cui famiglia è cristiana o di altre religioni) il Vescovo potrà estendere ulteriormente il tempo necessario per la loro preparazione.

6. L’itinerario segue le disposizioni del Rica e pertanto prevede: un periodo di accoglienza, uno di evangelizzazione (pre-catecumenato), uno di catechesi e iniziazione alla vita cristiana (catecumenato), la celebrazione dei sacramenti (preferibilmente nella veglia pasquale) e un periodo di mistagogia.

7. I catecumeni, ogni due mesi, sono invitati a partecipare agli incontri organizzati per loro dalla Diocesi.

9. Verso la conclusione della iniziazione (gennaio del 2° anno di catecumenato), dopo una verifica fatta dal parroco con i catechisti, si inviteranno i catecumeni a presentare personalmente domanda al Vescovo per essere ammessi, nella Veglia Pasquale, ai sacramenti della iniziazione (Battesimo, Cresima ed Eucaristia). L’incontro tra il Vescovo e il catecumeno è prescritto dall’itinerario dell’Iniziazione Cristiana degli adulti.

10. Nel sabato della prima settimana di Quaresima, coloro che ne hanno fatto domanda, saranno ammessi al Rito della Elezione e dell’Iscrizione del nome, presieduto dal Cardinale Vicario nella Basilica di S. Giovanni in Laterano.

11. Durante la Quaresima, nella parrocchia si accompagnano gli eletti con una preparazione più intensa scandita dalla celebrazione dei Riti prescritti nel RICA (scrutini e consegna del Credo e del Padre Nostro).

12. Gli scrutini, gli esorcismi, le traditio e redditio siano ben curate anche con il coinvolgimento di tutta la comunità che accoglie, prega e sostiene i nuovi eletti.

13. La celebrazione dei sacramenti della Iniziazione Cristiana agli adulti è riservata al Vescovo, che, ritenendolo opportuno, potrà delegare il parroco.

14. Nella grande Veglia Pasquale, nella parrocchia, si amministrano i sacramenti con la partecipazione di tutta la comunità.

15. Il cammino di formazione continua per tutto il tempo pasquale, con la mistagogia e l’accompagnamento del neofita che ora è affidato non solo ai catechisti, ma a tutta la comunità.

16. Associazioni, movimenti e comunità religiose richieste di accompagnare un adulto per i sacramenti dell’Iniziazione Cristiana, dovranno prendere contatto con il Vescovo ed il servizio diocesano per il Catecumenato, favorire l’inserimento nella comunità parrocchiale e attenersi fedelmente alle prescritte norme diocesane.

17. I diaconi e i catechisti che accompagnano i catecumeni saranno proposti dai parroci ed avranno una preparazione specifica ed un accompagnamento sistematico da parte del servizio diocesano per il Catecumenato.

18. Si riserverà anche una speciale cura alla preparazione dei padrini.

—————————–

* L’Ufficio Catechistico – Servizio Diocesano per il Catecumenato- offre un corso breve, triennale, da ottobre a dicembre, per la formazione dei catechisti dei catecumeni.

** Cognome, nome, luogo e data di nascita, indirizzo e telefono del catecumeno. Cognome, nome e telefono dei catechisti.

N.B.: In Vicariato – presso l’Ufficio Catechistico e Servizio Diocesano per il Catecumenato – sono disponibili i sussidi per la catechesi e il video didattico.